Attualità

Tassi d’interesse allo 0,05%

La Banca centrale europea (BCE) ha annunciato ieri un nuovo taglio dei tassi d’interesse riducendoli al minimo storico (0,05%, anziché 0,15%) e l’avvio a ottobre degli acquisti di titoli cartolarizzati (Abs) e covered bond. L’impatto sui mercati finanziari è stato immediatamente positivo: volano le Borse (Piazza Affari +2,82%), spread a livelli pre-crisi (139 punti), euro sotto 1,30 dollari. Il premier Renzi: dalla Bce un altro tassello per la crescita. Il Tesoro: bene, così finanzia l’economia. Il taglio dei tassi è stato attuato per finanziare l’economia in difficoltà dell’Eurozona permettendo alle banche di finanziarsi presso la BCE e incentivandole a partecipare alle nuove aste finalizzate alla concessione di prestiti alla clientela. Inoltre, come conseguenza deltaglio di interessi, il tasso Euribor sui mutui scenderà ulteriormente avvicinandosi sempre più allo 0. D’altro canto, però, il tasso di interesse applicato dalle banche sui conti deposito dei clienti con ogni probabilità scenderà.