Split Payment

Split Payment: non si applica per le operazioni rese in favore dei dipendenti

La scissione dei pagamenti cd. split paymnet IVA è stato oggetto di chiarimenti nella Circolare 27/e del 7 novembre 2017 dell'Agenzia delle Entrate. In particolare, come chiarito nel documento di prassi, con riguardo alle cessioni di beni o prestazioni di servizi rese in favore dei dipendenti come vitto e alloggio per trasferta dipendenti nell’interesse del datore di lavoro (PA e Società) riconducibile nell’ambito soggettivo di applicazione della scissione dei pagamenti, si ritiene di dovere escludere l’applicazione della scissione dei pagamenti quando la fattura sia stata emessa ed intestata nei confronti del dipendente della PA o Società, in quanto la stessa si riferisce ad operazioni rese in favore del dipendente ancorché nell’interesse della PA o Società.

Nelle predette ipotesi quando la fattura sia stata, invece, emessa ed intestata nei confronti della PA o Società torna applicabile la disciplina della scissione dei pagamenti. In tali casi, pertanto, non dovrà essere pagata al fornitore l’IVA relativa all’operazione resa in favore del dipendente.

La PA e Società, infatti, dovrà versare tale imposta all’Erario in luogo del fornitore secondo le modalità prescritte dalla disciplina della scissione dei pagamenti.