Attualità

Sisma: comunicato del MEF. Stop tasse e riscossione fino al 20 dicembre 2016

Con il comunicato stampa n.153 del 1° settembre 2016 il Ministero dell'Economia e della Finanza ha pubblicato la sospensione per tutti gli adempimenti tributari.

In particolare è stato chiarito che a partire dal 24 agosto 2016 sono sospesi i versamenti delle imposte e gli adempimenti tributari per tutti i contribuenti (persone fisiche, imprenditori, persone giuridiche) che sono residenti o operano nei comuni colpiti dal terremoto che ha interessato il Centro Italia. La sospensione riguarda anche i versamenti e gli adempimenti derivanti da cartelle di pagamento emesse dagli agenti della riscossione e quelli conseguenti ad accertamenti esecutivi, come Equitalia.
 Il Ministro dell’Economia e delle Finanze Pier Carlo Padoan ha firmato il decreto di sospensione, che indica l’elenco dei Comuni delle Marche, dell’Abruzzo, del Lazio e dell’Umbria in cui si applica la misura. Il decreto è in corso di pubblicazione sulla Gazzetta Ufficiale.
Come prassi, il decreto prevede anche un termine per la ripresa dei versamenti (20 dicembre 2016).

 

ELENCO DEI COMUNI

MARCHE
1. Acquasanta Terme (AP)
2. Arquata del Tronto (AP)
3. Montefortino (FM)
4. Montegallo (AP)
5. S. Montemonaco (AP)

ABRUZZO
1. Montereale (AQ)
2. Capitignano (AQ)
3. Campotosto (AQ)
4. Valle Castellana (TE)
5. Rocca Santa Maria (TE)

LAZIO
1. Accumoli (RI)
2. Amatrice (RI)
3. Cittareale (RI)

UMBRIA
1. Cascia (PG)
2. Monteleone di Spoleto (PG)
3. Norcia (PG)
4. Preci (PG)

Infine, è stato precisato che sulla base delle comunicazioni fornite dalla Protezione Civile, on un successivo decreto del MEF possono essere individuati altri comuni colpiti dagli eventi sismici del 24 agosto 2016 ai quali si applica la sospensione.