Contenzioso Tributario

Processo tributario da remoto: ecco le regole del Ministero delle Finanze

Con Decreto Mef n 46 dell’11 novembre 2020 vengono fissate le regole di svolgimento del processo tributario dal remoto (art 16 comma 4 legge 136 del 2018 e art 27 del Decreto Ristori)

Strumenti da utilizzare:

Ai sensi dell’art 2 del decreto in oggetto si stabilisce che il collegamento da remoto avverrà tramite l’utilizzo del programma Skype for Business. I collegamenti sono effettuati con dispositivi che utilizzano infrastrutture e spazi di memoria collocati nel sistema informativo della fiscalità SIF del Ministero delle Finanze nei limiti delle risorse e apparati assegnati ai singoli uffici.

Partecipazione all’udienza:

Ai sensi dell’art 3 è stabilito che la partecipazione all’udienza avviene a distanza con collegamento audiovisivo da remoto con modalità tali da assicurare la contestuale, effettiva  e reciproca visibilità di tutte le persone collegate e la possibilità di udire quanto viene detto a garanzia della partecipazione e del contraddittorio.

Convocazione alla udienza:

La decisione del presidente di svolgere l’udienza a distanza è comunicata tramite posta elettronica certificata. Prima dell’udienza la segreteria della Commissione Tributaria invia una seconda comunicazione con il link di partecipazione e l'avviso che l’accesso all’udienza da remoto tramite il link comporta il trattamento dei dati personali come da informativa (ai sensi degli articoli 13 e 14 del Regolamento UE 2016/679).

Attenzione va prestata al fatto che il link:

  • è diverso per ciascuna udienza
  • è personale
  • non è cedibile a terzi (tranne eventuale difensore delegato)

in caso di mancato funzionamento del collegamento il presidente sospende l’udienza e la rinvia con data da comunicare con le stesse modalità già elencate.

Verbale di udienza:

il verbale viene redatto come documento informatico e con firma digitale del presidente o del giudice monocratico e del segretario dell’udienza. In caso non sia possibile apporre firma digitale il segretario procede ad effettuare copia informatica del verbale con firma autografa e ad inserirla nel fascicolo informatico d’ufficio previa apposizione della propria firma digitale.

Apposite Linee guida tecnico-operative, pubblicate sul sito internet della Giustizia Tributaria del MEF e aggiornate in base all’evoluzione normativa e tecnologica, verranno indicate le specifiche tecniche funzionali alla partecipazione dei difensori o delle parti che si difendono in proprio.

Il decreto entrerà in vigore dopo la pubblicazione in gazzetta.