Partite Iva inattive: nel decreto fiscale un preavviso prima della chiusura d’ufficio

La chiusura d’ufficio delle partite IVA introdotta dal Dl 98 /2011, avverrà dopo preavviso ai contribuenti da parte dell’Agenzia e scatterà sulla base dei dati dell’Anagrafe tributaria, non solo sull’inattività per 3 anni. I contribuenti avranno 30 giorni  per dare riscontro alla comunicazione.

La sanzione minima per la mancata presentazione di cessazione attività è fissata ora in €172 da versare entro 30 giorni dal ricevimento della comunicazione. Il Decreto ,con la modifica dell’art. 35 quater al DRP 633/72, istituisce inoltre un servizio di libera informazione a chiunque sullo stato delle partita IVA  attive.