Redditi esteri

Pagamento differito diritti doganali 2017: tasso pari al 0,213%

Il tasso d’interesse per il pagamento differito dei diritti doganali è fissato semestralmente dal Ministero dell’Economia e delle Finanze ed è stato confermato nella misura dello 0,213%, per il periodo dal 13 luglio 2017 al 12 gennaio 2018.

Il Decreto di fissazione, pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale n. 190 del 16 agosto 2017, è oggetto dell’ultima Nota diramata dalle Dogane, la n. 94895/RU dello scorso 18 agosto.

In particolare, il MEF sentita la Banca d’Italia, con decreto pubblicato sulla G.U. n. 190 del 16.08.2017, ha fissato, ai sensi dell’art. 79 del testo unico delle disposizioni legislative in materia doganale, approvato con D.P.R. n. 43/1973, come sostituito dall’art. 5, comma 2, della L. 213/2000, il saggio di interesse per il pagamento differito dei diritti doganali effettuato oltre il periodo di trenta giorni, nella misura dello 0,213% annuo per il periodo dal 13 luglio 2017 al 12 gennaio 2018.

Come già anticipato nella nota prot. n. 39641/RU del 5.04.2016 e nella circolare 8/D del 19.04.2016 il tasso di interesse di cui all’art.79 del TULD si applica esclusivamente alle facilitazioni di pagamento inerenti la fiscalità interna e, in applicazione dell’art.86 del medesimo testo unico – maggiorato di 4 punti – ai soli ritardati pagamenti della stessa fiscalità interna.