Bollo e concessioni governative

Imposta di bollo assolta in modo virtuale: un nuovo modello 2018

Approvato il 29 dicembre 2017, il modello di dichiarazione dell’imposta di bollo assolta in modo virtuale, le relative istruzioni e le specifiche tecniche per la trasmissione telematica, e la  definizione delle modalità di esercizio dell’opzione per il pagamento in modo virtuale dell’imposta di bollo per gli assegni circolari. Tale modello, che sostituisce quello approvato con provvedimento del Direttore dell’Agenzia del 17 dicembre 2015, prevede la possibilità di esercitare l’opzione per il pagamento dell’imposta di bollo in modo virtuale per gli assegni circolari, nonché la facoltà di revoca della stessa.

Si segnala che al fine di semplificare l’adempimento dichiarativo, nel modello è stato eliminato il quadro per l’indicazione dei versamenti effettuati per l’anno di riferimento della dichiarazione.

Il modello è composto da:

  • l’informativa sul trattamento dei dati personali;
  • i dati generali, tra cui gli estremi dell’autorizzazione al pagamento dell’imposta di bollo in modo virtuale, la richiesta di esercizio dell’opzione e la relativa revoca per l’assolvimento in modo virtuale dell’imposta di bollo per gli assegni circolari;
  • i dati del contribuente nonché quelli relativi ai soggetti non residenti;
  • i dati relativi al rappresentante firmatario della dichiarazione, nonché la sezione riservata all’impegno alla presentazione in via telematica da parte dell’intermediario;
  • il quadro A – “Atti e documenti soggetti a imposta fissa”, per l’indicazione degli atti e documenti per i quali è ammesso il pagamento in misura fissa;
  • il quadro B – “Atti e documenti soggetti a imposta proporzionale” per l’indicazione degli atti e documenti per i quali è ammesso il pagamento in misura proporzionale.

Il modello deve essere utilizzato per

  • la dichiarazione ai fini dell’imposta di bollo in modo virtuale relativa agli atti e documenti emessi nell’anno precedente, nonché, in caso di rinunzia all’autorizzazione, per il periodo compreso tra il 1° gennaio e il giorno da cui ha effetto la rinunzia.
  • per esprimere la volontà di rinunciare all’autorizzazione in luogo dell’apposita comunicazione scritta all’ufficio territoriale competente.
  • per effettuare l’opzione per il pagamento con modalità virtuale dell’imposta di bollo per gli assegni circolari, in alternativa alle modalità di dichiarazione e versamento. L’opzione esplica efficacia per l’intero anno solare successivo a quello di riferimento della dichiarazione e si rinnova tacitamente per gli anni solari successivi fino all’eventuale comunicazione di revoca. La revoca produce i suoi effetti a decorrere dall’anno successivo a quello di riferimento della dichiarazione nella quale si effettua, sempreché la dichiarazione stessa sia tempestivamente presentata.

Il modello è presentato esclusivamente in modalità telematica:
a) direttamente, dai contribuenti abilitati ai servizi telematici dell’Agenzia delle entrate (Entratel o Fisconline);
b) tramite uno dei soggett incaricati della trasmissione delle dichiarazioni.

Il modello potrà essere utilizzato a partire dal mese di gennaio 2018.

Allegati: