Legge di Bilancio

Forfettario fino a 100.000 in pericolo e fattura elettronica per tutti

Con le clausole IVA da disinnescare per 23 miliardi è una "bella pesca" la predisposizione delle misure che saranno contenute nella Legge di bilancio 2020. A rischio modifiche o rimandi ci sono i regime fiscali per le partite IVA.

Se infatti sembra salvo il regime forfettario con aliquota 5-15% come modificato dalla scorsa manovra che ha alzato la soglia limite a 65.000 euro, sembra più a rischio il super forfait fino a 100.000 euro. Oltre alla mancanza di fondi e coperture, quello che sembra pesare sarebbe comunque la scarsa equità ai fini della tassazione tra lavoratori autonomi con partite IVA con redditi medi e lavoratori dipendenti con gli stessi redditi che si troverebbero sottoposti ad aliquote più alte. Inoltre, manca ancora il via libera dell'Unione Europea che non è stato ancora chiesto, pertanto difficilmente il regime entrerà in vigore il 01.01.2020.

Per quanto riguarda il regime forfettario, le misure allo studio del Governo e che potrebbero vedere la luce le prossime settimane nel decreto fiscale collegato alla Legge di bilancio 2020 comprendono l'obbligatorietà della fatturazione elettronica anche per i forfettari che finora ne erano esonerati. Lo scopo è sempre quello di avere un sistema maggiormente controllabile e tracciato, e pertanto la fatturazione elettronica obbligatoria per tutti è una proposta che va in questo senso. A proposito del regime forfettario in vigore ricordiamo che questo è periodo di acconti delle dichiarazioni dei redditi e per non incorrere in errori si rimanda alla lettura dell'articolo Forfettari: attenzione all'acconto in dichiarazione