Enti locali: pronta la rinegoziazione dei mutui

Con il comunicato Stampa 161 del 18/09/2019, il MEF (Ministero dell'Economia e delle Finanze) ha annunciato che è stato dato il via al nuovo piano di rinegoziazione dei mutui che Comuni, Province e Città Metropolitane hanno sottoscritto con Cassa Depositi e Prestiti (CDP) e che sono stati poi trasferiti al Ministero dell’Economia e Finanze in attuazione del Dl n. 269 del 2003, noti anche come “mutui MEF”.

In particolare, con la pubblicazione sulla Gazzetta Ufficiale 218 del 17 settembre 2019 del decreto ministeriale del 30 agosto 2019, adottato in attuazione delle disposizioni contenute nella Legge di Bilancio 2019, vengono infatti rese note le modalità operative per procedere alla rinegoziazione, sono elencati tutti i mutui oggetto di rinegoziazione e sono stabilite le modalità con le quali si procederà alla stessa.

Il perfezionamento delle operazioni di rinegoziazione avverrà tramite il portale dedicato di CDP e comporterà la firma di un apposito contratto e l’individuazione di un nuovo piano di ammortamento. L’operazione consentirà agli enti che aderiranno di ottenere risparmi sulle rate dei mutui, che libereranno risorse per interventi sul territorio. Con successiva comunicazione sul proprio sito (www.cdp.it), CDP renderà nota la data a partire dalla quale gli enti avranno 20 giorni lavorativi per poter aderire alla proposta di rinegoziazione. La procedura sarà gestita da Cassa Depositi e Presiti attraverso il portale “Enti Locali”.

Il comunicato termina chiarendo che sul sito del Dipartimento del Tesoro (www.dt.mef.gov.it) sono pubblicati il decreto ministeriale, lo schema del contratto e l’elenco delle operazioni e degli enti coinvolti nella rinegoziazione dei mutui.

Allegati: