Successioni

Dichiarazione di successione e voltura: il nuovo modello aggiornato è online

L’Agenzia delle Entrate ha approvato la versione “riveduta e corretta” del modello di dichiarazione di successione e domanda di volture catastali per consentire la gestione di particolari fattispecie, alcune delle quali entrate in vigore successivamente all’approvazione di quella precedente (Provvedimento del 15.06.2017 n. 112246).

La presentazione del modello consentirà di eseguire le volture catastali senza la necessità di un’ulteriore richiesta da parte del contribuente. Per gli immobili ricadenti nei territori ove vige il sistema del Libro Fondiario e per quelli gravati da oneri reali, nei casi di trust e di eredità giacente/eredità amministrata, le domande di volture catastali sono presentate utilizzando le precedenti modalità di presentazione.

Il nuovo modello potrà essere utilizzato a partire dal 12 settembre 2017 e, dallo stesso giorno, sarà disponibile sul sito internet dell’Agenzia delle Entrate l’apposito software per la compilazione e la presentazione, e sostituisce quello approvato con Provvedimento del Direttore dell’Agenzia del 27 dicembre 2016 con riferimento alle successioni aperte a decorrere dal 3 ottobre 2006.

La dichiarazione va presentata esclusivamente in via telematica tramite i Servizi telematici dell’Agenzia delle entrate:

  • direttamente dal dichiarante;
  • dagli intermediari abilitati, come ad esempio professionisti e Caf;
  • dall’ufficio territoriale dell’Agenzia delle entrate competente per la lavorazione in relazione all’ultima residenza nota del de cuius.

N.B. Se la residenza del defunto è all’estero (o non è nota), ed egli non ha mai risieduto in Italia, l’ufficio competente è l’ Ufficio Territoriale di Roma 6 – Eur – Torrino, della Direzione provinciale II di Roma. Se il defunto ha risieduto in Italia, prima di risiedere all’estero, l’ufficio competente è quello dell’ultima residenza nota in Italia.

Ricordiamo che per le successioni aperte in data anteriore al 3 ottobre 2006, nonché per le dichiarazioni integrative, sostitutive o modificative di una dichiarazione presentata con il modello 4, viene confermato che, fino al 31 dicembre 2017, è comunque possibile utilizzare ancora la precedente modulistica cartacea (modello 4) per la presentazione presso gli uffici competenti dell’Agenzia delle Entrate.

Mentre, con riferimento alle successioni aperte a decorrere dal 3 ottobre 2006:

Allegati: