IUC (Imu - Tasi - Tari)

Deducibilità IMU immobili strumentali: cosa cambia dal 2020

La Legge di Bilancio 2020 (L. 160/2019) rimodula la deducibilità Imu sugli immobili strumentali per il solo anno 2019, ovvero il periodo d'imposta successivo a quello in corso al 31 dicembre 2018, per il quale si prevede la deducibilità nella misura del 50% a favore di imprese / lavoratori autonomi.

Tale disposizione si applica anche all’IMI (imposta municipale immobiliare) della provincia autonoma di Bolzano e all’IMIS (imposta immobiliare semplice)della provincia autonoma di Trento.
In particolare la Legge di Bilancio prevede che

  • per gli anni 2020 e 2021 (ovvero per i periodi d’imposta successivi a quello in corso, rispettivamente, al 31 dicembre 2019 e al 31 dicembre 2020) la deducibilità sarà del 60%,
  • l’intera deducibilità ha effetto a decorrere dal 2022, ovvero dal periodo d’imposta successivo a quello in corso al 31 dicembre 2021.

Si ricorda che la legge di bilancio 2020 ha previsto anche delle modifiche alla IUC, l'imposta comunale unica composta da IMU e TASI, in quanto quest'ultima verrà abolita a fronte di una rimodulazione dell'IMU (si veda l'articolo IMU-TASI 2020: ecco cosa cambia nella Legge di bilancio 2020).

Confermata invece per il 2019 la deducibilità IMU degli immobili strumentali al 50%

Anno Deducibilità IMU immobili strumentali
2020 60%
2021 60%
2022 (e successivi) 100%