Enti no-profit

Decreto fiscale: meno comunicazioni, dilazioni e dimenticanze rimediabili se non danneggiano il Fisco

Nel decreto di semplificazione fiscale pubblicato venerdì in Gazzetta Ufficiale, gli art. 2 e 3 prevedono misure di snellimento delle comunicazioni ad esempio non sarà più obbligatorio indicare ogni volta il domicilio fiscale mentre i contribuenti passivi IVA potranno inviare una sola comunicazione cumulativa delle operazioni attive e passive oltre i 3000 euro. Le dichiarazioni d’intento andranno inviate con la relativa liquidazione IVA .

Le associazioni che chiedono di partecipare alla suddivisione del 5 per mille possono iscriversi fino al 30 settembre 2012 pagando una sanzone minima di 258 euro