Attualità

Decreto Cura Italia: credito d’imposta spese di sanificazione ambienti di lavoro

Introdotto nel cd. Decreto Cura Italia presentato ieri in conferenza stampa e in discussione al Senato domani 18 marzo 2020, un credito d'imposta per le spese di sanificazione degli ambienti di lavoro. Si ricorda che la sanificazione degli ambienti è prevista anche nel Protocollo firmato da imprese e sindacati questa settimana, proprio per garantire la sicurezza dei lavoratori sul posto di lavoro.

Le misure contenute nel Decreto Cura Italia di marzo (allo studio un prossimo decreto per il mese di aprile) sono numerose.

Tra queste c'è un credito per le spese di sanificazione sostenute per sanificare i luoghi di lavoro. In particolare, allo  scopo  di  incentivare  la  sanificazione  degli  ambienti  di  lavoro,  quale  misura  di contenimento del contagio del virus COVID-19 (Coronavirus), ai soggetti esercenti attività d’impresa, arte o professione è riconosciuto, per il periodo d'imposta 2020, un credito d'imposta, nella misura del 50 per cento delle spese di sanificazione degli ambienti e degli strumenti di lavoro, fino ad un  massimo  di  20.000  euro

Il  credito  d'imposta è  riconosciuto fino all'esaurimento dell'importo massimo di 50 milioni di euro per l'anno 2020.

Un futuro decreto  del  Ministro  dello  sviluppo  economico,  di  concerto  con  il  Ministro dell'economia e delle finanze, da adottare entro sessanta giorni dalla data di entrata in vigore della legge di conversione del presente decreto-legge, sono stabilite le disposizioni applicative del presente articolo.