Attualità

Coronavirus e viaggi all’estero: norme in vigore

Allo stato dei fatti, secondo quanto previsto dal nuovo DPCM , Decreto del Consiglio dei Ministri, in vigore dalla data del 2 marzo e salve diverse previsioni contenute nelle singole misure, e valido fino all'8 marzo 2020 le zone italiane nelle quali è fatto divieto di entrata e uscita sono solo ed esclusivamente quelle denominate zone rosse e nel dettaglio:

Regione Lombardia per i comuni di:

  • Bertonico
  • Casalpusterlengo
  • Castelgerundo
  • Castiglione D'Adda
  • Codogno
  • Fombio
  • Maleo
  • San Fiorano
  • Somaglia
  • Terranova dei Passerini

Regione Veneto per il comune di:

  • Vo'

In tutto il resto della penisola italiana NON vi è alcun divieto di spostamento dei cittadini tanto all’interno del territorio nazionale quanto verso paesi esteri.

Ecco invece l’elenco di alcuni stati esteri che applicano verso l’Italia o i cittadini italiani specifiche misure:

  1. SCOSIGLIANO di viaggiare verso l’Italia:

    •  Spagna, limitatamente a quattro regioni del nord
    • Francia, limitatamente alle regioni del nord
    • Russia per l’intero territorio nazionale
    • India per l’intero territorio nazionale
    • Croazia per l’intero territorio nazionale
    • Israele per l’intero territorio nazionale
    • Turchia per l’intero territorio nazionale
  2. DISPONGONO due settimane di isolamento per chi rientrasse da Lombardia e Veneto:

    • Francia
    • Croazia
    • Romania

Le decisioni più rigide nei confronti dell’Italia sono state prese dal Kuwait che ha sospeso TUTTI i voli da e per la penisola italiana, oltre dall’Iraq e dalle Seychelles che hanno vietato l’ingresso nel proprio territorio nazionale a tutti i cittadini italiani. Il Kuwait ha inoltre impedito ai cittadini stranieri, che negli ultimi quindici giorni hanno visitato l’Italia, di entrare in territorio kuwaitiano.
La Gran Bretagna, stando alle dichiarazioni del ministro della salute, Matt Hancock, non ha invece alcuna intenzione di interdire i voli da e per l'Italia, visto il numero consistente di turisti britannici che volano annualmente verso il nostro paese.
L’unica raccomandazione e quella dell'auto-isolamento per chi arriva in Gran Bretagna dal nord Italia oltre al consiglio di non recarsi nella zona rossa.