Redditi Lavoratori autonomi

Contributo lavoratori impatriati dello sport: pubblicato il decreto attuativo in GU

Pubblicato in GU serie generale n 66 del 17 marzo il Decreto del Presidente del Cosiglio dei Ministri  con "Criteri e modalita' tecniche di versamento e di utilizzo del contributo per i lavoratori impatriati dello sport"

Il Decreto consta di 5 articoli e in particolare:

  • all'art 2 reca norme con  le modalita' di versamento del contributo in esame
  • all'art 3 reca norma con modalita' di  accesso ai contributi finalizzati al sostegno dei settori giovanili

I soggetti, lavoratori dipendenti, assimilati e autonomi, che optano per l'adesione al regime agevolato di  cui all'art. 16, comma 5-quater  del  decreto  legislativo  14  settembre 2015,  n. 147,  devono provvedere annualmente al versamento del contributo di cui al comma 5-quinquies del medesimo art. 16, entro il termine di  versamento  del  saldo  dell'imposta  sul  reddito delle persone fisiche relativa al periodo di  imposta  di  riferimento. 

Il contributo pari allo 0,50% della base imponibile IRPEF è versato con modello F24, si legga l'approfondimento Sportivi professionisti: codice tributo per versamento contributo opzione regime agevolato.

A norma dell'art 2 comma 2 si stabilisce che contestualmente al versamento, i soggetti optanti, mediante modulo che sarà reso disponibile sul sito istituzionale del Dipartimento all'indirizzo: www.sport.governo.it comunicano al Dipartimento per lo sport:

  • l'adesione  al  regime  agevolato, 
  • la  somma versata, 
  • i dati identificativi del soggetto optante, 
  • del datore di lavoro e della federazione sportiva nazionale di riferimento.

A norma dell'art 3 si stabiliscono le "Modalita' di accesso ai contributi finalizzati al sostegno dei settori giovanili" ossia possono accedere al  contributo  previsto:

  • le Federazioni sportive  le cui  societa'  affiliate abbiano contrattualizzato persone fisiche che si  siano  avvalse  del  regime fiscale agevolato di cui al comma 5-quater del medesimo art.16. 
  • il Dipartimento per lo sport pubblica, con cadenza  annuale, un elenco attestante il totale dei contributi  versati  riferibile  a ciascuna federazione sportiva nazionale. 
  • tali  somme determinano il tetto massimo per la proposizione delle domande di contributo

Per accedere al suddetto contributo, le Federazioni dovranno presentare al Dipartimento per lo sport, secondo le modalita'  e  nei termini da definirsi con provvedimento del medesimo Dipartimento,  un progetto, un programma o un piano finalizzato al sostegno dei settori giovanili di propria competenza.

I progetti, i programmi  o  i  piani presentati dovranno: 

a) riguardare l'intero territorio nazionale, anche in proporzione rispetto alle societa' affiliate alla Federazione proponente;  

b) afferire alla formazione professionale di personale  coinvolto nelle attivita' dei settori giovanili;  

c) incentivare i valori delle pari opportunita', il contrasto  ad ogni forma di discriminazione; 

d)  aumentare  l'integrazione  dei  disabili,   delle   minoranze etniche, degli immigrati e di altri gruppi sociali vulnerabili.