Agevolazioni Covid-19

Bonus strumenti musicali: nuovi chiarimenti dalle Entrate

Con la Circolare n. 15/E pubblicata ieri 27 aprile, l'Agenzia delle Entrate ha fornito chiarimenti sul bonus strumenti musicali, che consiste nel contributo di 1.000 euro per l’acquisto di strumenti musicali nuovi da parte degli studenti dei conservatori di musica e degli istituti musicali pareggiati, iscritti e in regola con il pagamento delle tasse e dei contributi dovuti nell’anno accademico 2015-2016 o 2016-2017, ai corsi di strumento secondo il precedente ordinamento e ai corsi di laurea di primo livello secondo il nuovo ordinamento. Gli studenti, per poter accedere al beneficio, dovranno richiedere all’istituto un certificato di iscrizione da consegnare al rivenditore al momento dell’acquisto. Al rivenditore che ha praticato lo sconto sul prezzo di vendita dello strumento musicale viene riconosciuto un credito d’imposta di pari ammontare.

Il documento di prassi ricorda le modalità con cui ottenere l’agevolazione e le regole con cui i venditori possono recuperare, tramite credito d’imposta, lo sconto riconosciuto agli acquirenti. La circolare chiarisce, inoltre, che non è dovuta nessuna imposta di bollo per i certificati di frequenza, rilasciati dai conservatori e dagli istituti musicali pareggiati, e per le istanze presentate dagli studenti per ottenerli.

L’esenzione dall’imposta di bollo è valida poiché il certificato di frequenza rientra nell’ambito delle specifiche ipotesi di atti e documenti esenti in modo assoluto dall’imposta di bollo.