Lavoro Dipendente

Bonus Irpef di 80 euro, l’analisi dei consulenti del lavoro

La Fondazione studi dei consulenti del lavoro ha pubblicato una circolare dedicata al bonus Irpef di 80 euro per i lavoratori dipendenti previsto dal Decreto Renzi (D.L. n. 66/2014). La circolare evidenzia i punti dubbi della norma. Uno di questi è il fatto che sono esclusi dal bonus i pensionati, mentre i redditi determinati da forme di previdenza complementare rientrano tra quelli che danno diritto all’agevolazione, anche senza necessariamente svolgere o aver svolto nel corso del 2014 un’attività di lavoro. Vi sono dubbi anche in merito alla possibilità di poter ottenere il bonus se nel 2014 si ha un reddito da lavoro dipendente ma non si lavora, perché il decreto legge prevede che il reddito sia rapportato al periodo di impiego nell’anno. L’ipotesi riguarda, per esempio, chi ha perso il lavoro a dicembre 2013 e nel 2014 incassa l’indennità di disoccupazione (quindi ha un reddito ma non lavora). Secondo i consulenti del lavoro, il dubbio potrebbe essere risolto tenendo conto proprio dell’anomalia relativa ai pensionati: se il bonus spetta al titolare di una prestazione di previdenza complementare che non lavora, allora il «periodo di lavoro» a cui fa riferimento la norma non va inteso come periodo di svolgimento dell’attività, ma di maturazione del reddito che dà diritto all’agevolazione.