Imposta di registro

Atti soggetti a trascrizione: aggiornato l’elenco dei codici identificativi

Con la circolare n. 24/E di ieri 17 giugno 2015, l’Agenzia delle Entrate ha individuato un elenco di codici identificativi specifici da indicare per le varie formalità relative agli atti soggetti a pubblicità immobiliare, fattispecie per le quali viene oggi utilizzato un codice generico. L’aggiornamento dei codici identificativi si è reso opportuno per dare maggiore razionalità in materia, in quanto i codici generici utilizzati finora erano stati istituiti nel lontano 1995, ma nel tempo vi è stato un ampliamento significativo degli atti soggetti a pubblicità immobiliare. Pertanto, è nata l’esigenza di un’integrazione delle tabelle originarie, che ha portato alla definizione delle nuove tabelle degli “Atti soggetti a trascrizione”, degli “Atti in base ai quali sono richieste le iscrizioni” e dei “Tipi di annotazione”. Per consentire gli adeguamenti tecnico-informatici delle procedure e dei software in uso, le nuove codifiche saranno utilizzate a partire dal 30 ottobre 2015.