Dichiarazione 730

730/2016 precompilato: gestione a tre vie

Come accaduto lo scorso anno, anche quest'anno saranno sostanzialmente tre le vie percorribili per inviare alle Entrate il 730 una volta ricevuta la versione precompilata, che sarà resa disponibile ai contribuenti entro il 15 aprile. In particolare, il modello 730 può essere trasmesso: tramite invio diretto, tramite il sostituto d'imposta o tramite Caf o professionista abilitato. Nel caso di invio diretto o di invio tramite sostituto con modifiche al 730 precompilato, l'Agenzia delle Entrate potrà effettuare dei controlli preventivi se risulta da erogare un rimborso superiore a 4.000 euro. Questo non accadrà, invece, nel caso di invio tramite CAF o professionista abilitato.

Da non dimenticare, infine, la possibilità di continuare a gestire il 730 con le modalità tradizionali, attraverso il canale Caf/intermediario o del sostituto d'imposta, “ignorando” di fatto il modello precompilato.