Regime semplificato per i contribuenti minimi – chiarimenti emersi in occasione della videoconferenza del 21 febbraio 2008

Chiarimenti emersi nel corso della videoconferenza del 21 febbraio 2008, sul regime semplificato dei contribuenti minimi, in merito ai requisiti di accesso, alla rettifica della detrazione, all’applicazione del regime e alla sua uscita.

INDICE

1 REQUISITI DI ACCESSO AL REGIME
1.1 Contributi a fondo perduto per l’acquisto di beni strumentali
1.2 Partecipazione ad un raggruppamento temporaneo di professionisti
1.3 Rilevanza dei ricavi relativi ad attività cessata nel 2007
1.4 Effetti della mancata revoca del regime agevolato ex articolo 13 della legge n. 388 del 2000
1.5 Compensi corrisposti a personale dipendente
1.6 Beni strumentali rilevanti
1.7 Individuazione del triennio di riferimento per il limite relativo ai beni strumentali acquistati
1.8 Limite dei beni strumentali, rilevanza dell’IVA
1.9 Rilevanza delle prestazioni occasionali nel calcolo del limite dei ricavi o compensi
1.10 Involuzione di una società di persone in ditta individuale
1.11 Attività soggette ad aggio o ricavo fisso
1.12 Rilevanza delle operazioni prive del requisito della territorialità ai fini IVA

2 RETTIFICA DELLA DETRAZIONE
2.1 Beni ammortizzabili di costo unitario inferiore ad euro 516,46 o con coefficiente di ammortamento superiore al 25 per cento
2.2 Canoni di leasing
2.3 Deducibilità dell’imposta rettificata ai fini delle imposte dirette

3 APPLICAZIONE DEL REGIME
3.1 Dichiarazioni d’intento ricevute dai contribuenti minimi
3.2 Componenti di reddito riferiti ad esercizi precedenti a quello di ingresso nel regime: plusvalenza realizzata nel 2007
3.3 Determinazione delle plusvalenze derivanti dalla cessione di beni strumentali
3.4 Somma algebrica di componenti di reddito di esercizi precedenti all’ingresso nel regime che esprime un valore negativo
3.5 Trattamento delle quote ammortamento residue dei beni strumentali acquistati prima dell’ingresso nel regime
3.6 Registrazione delle fatture ricevute da un contribuente minimo
3.7 Modalità di determinazione dell’acconto per le imprese familiari
3.8 Applicazione delle ritenute di acconto nei confronti dei contribuenti minimi
3.9 Deducibilità componenti negativi per i contribuenti minimi
3.10 Invio telematico dei corrispettivi
3.11 Comunicazione dati Iva dei contribuenti minimi
3.12 Contributi integrativi dovuti da contribuenti minimi iscritti alle Casse di previdenza private
3.13 Elenco clienti e fornitori
3.14 Produttori agricoli che scelgono di non avvalersi dei regimi speciale IVA agricoltura
3.15 Attività agricole connesse

4 USCITA DAL REGIME
4.1 Regolarizzazione degli adempimenti IVA nel caso di uscita dal regime con effetto dal periodo di imposta in corso
4.2 Trattamento delle rimanenze di merci residue
4.3 Liquidazione dell’impresa

Allegati: