Accertamento e controlli

Nozione di fatto notorio in senso rigoroso

La Cassazione, con Sentenza 19 novembre 2014, n. 24599, ha stablito che il ricorso alle nozioni di comune esperienza (fatto notorio), comportando una deroga al principio dispositivo ed al contraddittorio, in quanto introduce nel processo civile prove non fomite dalle parti e relative a fatti dalle stesse non vagliati né controllati, va inteso in senso rigoroso, e cioè come fatto acquisito alle conoscenze della collettività con tale grado di certezza da apparire indubitabile ed incontestabile.
 
Nel caso di specie la CTR aveva errato nel riconoscere al contribuente la deduzione dell’85% di costi relativi ai maggiori ricavi accertati, percentuale fondata su fatti noti alla commissione per un precedente interessamento a problematiche simili.
Allegati:

Nessun articolo correlato