Maxiemendamento alla Legge di Stabilità per il 2012 – il testo completo

Presentato ieri 9 Novembre 2011, in Commissione Bilancio del Senato, il maxiemendamento del Governo al disegno di legge di Stabilità per il 2012.
La Legge di Stabilità con il maxiemendamento anti-crisi dovrebbe essere approvata in via definitiva entro sabato 12 novembre.

Ecco alcune delle principali disposizioni introdotte:

Pensioni e Lavoro

Ritocco dell’età pensionabile.
A partire dal 2026 l’età minima di accesso alla pensione di vecchiaia viene fissata a 67 anni.

Mobilità nel settore pubblico.
I lavoratori dipendenti potranno essere posti in disponibilità, e avranno diritto ad una indennità pari all’80% dello stipendio e dell’indennità integrativa speciale, per la durata massima di 24 mesi.

Al fine di promuovere l’occupazione femminile è prevista la nascita del contratto di inserimento per le donne di qualsiasi età prive di un impiego regolarmente retribuito da almeno 6 mesi residenti in aree geografiche in cui il tasso di occupazione femminile è inferiore almeno di 20 punti percentuali di quello maschile o in cui il tasso di disoccupazione femminile superi di 10 punti percentuali quello maschile.

Al fine di promuovere l’occupazione giovanile, a decorrere dal 1° gennaio 2012, per i contratti di apprendistato stipulati a partire da questa data ed entro il 31 dicembre 2016, viene riconosciuto, ai datori di lavoro che hanno alle dipendenze un numero di addetti pari o inferiore a 9, uno sgravio contributivo del 100% per i primi tre anni del contratto, ferma restando l’aliquota contributiva del 10% per i periodi contributivi maturati negli anni di contratto successivi al terzo.

Ordini professionali e Tariffe

Gli ordinamenti professionali dovranno essere riformati entro 12 mesi dalla data di entrata in vigore del presente decreto e dovranno prevedere la possibilità di costituire società per l’esercizio dell’attività professionale.
Prevista l’eliminazione delle tariffe minime dei professionisti.

Fondo nuovi nati

Viene prorogato per gli anni 2012, 2013 e 2014.

Infrastrutture

Per assicurare la realizzazione della linea ferroviaria Torino-Lione (Tav) viene previsto l’arresto da tre mesi a un anno, o ammenda da lire centomila a seicentomila, per chiunque si introduca abusivamente nelle nelle aree e siti del Comune di Chiomonte individuati per l’installazione del cantiere della galleria geognostica e per la realizzazione del tunnel di base della linea ferroviaria, definite aree di interesse strategico nazionale, ovvero ne impedisca o ostacoli l’accesso autorizzato alle aree medesime, secondo quanto stabilito dall’art. 682 del codice penale, fatta salva l’ipotesi di più grave reato.

Allegati: