Attualità

Il decreto Agosto è legge: il testo in Gazzetta Ufficiale

Sulla Gazzetta n. 253 del 13.10.2020 Suppl. Ordinario n. 37 è stata pubblicata la Legge n. 126 del 13.10.2020 di conversione, con modificazioni, del Decreto Legge n. 104 del 14 agosto 2020 “Misure urgenti per il sostegno e il rilancio dell’economia” (c.d. Decreto Agosto). 

In allegato il testo della legge n. 126/2020 e il testo del decreto n. 104/2020 coordinato.

Il testo del decreto è articolato in 8 Capi:  

  • Capo I (Articoli 1-26-ter) reca Disposizioni in materia di lavoro.
  • Capo II (Articoli 27-28) reca Disposizioni in materia di coesione territoriale.
  • Capo III (Articoli 29-31-quater) reca Disposizioni in materia di salute.
  • Capo IV (Articoli 32-38-bis) reca Disposizioni in materia di scuola, università ed emergenza.
  • Capo V (Articoli 39-57-bis) reca Disposizioni concernenti regioni, enti locali e sisma.
  • Capo VI (Articoli 58-96-ter) reca Disposizioni per il sostegno e il rilancio dell'economia.
  • Capo VII (Articoli 97-113-bis) reca Misure fiscali.
  • Capo VIII (Articoli 114-115) reca Disposizioni finali e di copertura finanziaria.

Tante le misure per far fronte alla crisi in cui versano le imprese, soprattutto quelle legate al turismo. 

Con riguardo alle misure fiscali e finanziarie, segnaliamo, così come indicato nel Quadro di sintesi degli interventi:

  • l'incremento delle risorse del credito d'imposta per le spese di sanificazione degli ambienti e per l'acquisto di dispositivi di protezione individuale (art. 31, co.4-ter – 4-quinquies);
  • il differimento al 21 dicembre 2020 dei versamenti tributari, contributivi e assistenziali nel comune di Lampedusa e Linosa (art. 42-bis, co. 1);
  • la riduzione all'1%, fino al 31 dicembre 2020, dell'aliquota dell'imposta di registro per gli atti traslativi a titolo oneroso della proprietà di terreni agricoli, per i terreni agricoli adibiti all'imboschimento (art. 51, co. 1-ter-1-septies);
  • modifiche alla disciplina del cd. Superbonus, volte a chiarire la definizione di accesso autonomo dall'esterno e semplificare la presentazione dei titoli abilitativi relativi agli interventi sulle parti comuni (art.51, co. 3-quater e 3-quinquies);
  • l'applicazione ai comuni del sisma Centro Italia del Superbonus al 110% per l'importo eccedente il contributo per la ricostruzione. I limiti delle spese ammesse sono aumentati del 50 per cento per gliinterventi di ricostruzione riguardanti i comunicolpiti dagli eventi sismici del 2016 e 2017 e del 2009, in alternativa al contributo per la ricostruzione (art. 57-bis);
  • la possibilità per i soggetti che non adottano i principi contabili internazionali di non effettuare, nell'esercizio in corso, una quota fino al 100 per cento dell'ammortamento annuo del costo delle immobilizzazioni materiali e immateriali (art. 60, co. 7-bis-7-quinquies);
  • l'estensione della platea dei beneficiari del contributo a fondo perduto introdotto dal decreto-legge n. 34 del 2020 (art. 60, co 7-sexies);
  • la riduzione del quorum per la validità delle deliberazioni condominiali aventi per oggetto gli interventi di efficienza energetica e le misure antisismiche sugli edifici (art. 63);
  • la proroga al 31 gennaio 2021 della moratoria straordinaria sulle esposizioni debitorie delle microimprese e delle PMI accompagnata da garanzia pubblica (art. 65);
  • l'esenzione dal pagamento della seconda rata IMU per stabilimenti balneari marittimi, lacuali e fluviali o termali, nonché alberghi, pensioni e immobili destinati alle attività turistiche, a condizione che i relativi proprietari siano anche gestori delle attività esercitate, per gli immobili utilizzati per eventifieristici o manifestazioni, e per quelli destinati a spettacoli cinematografici e teatrali e adiscoteche e sale da ballo. Nel corso dell'esame al Senatol'esenzione della seconda rata IMU perle pertinenzedelle strutture ricettive (categoria D/2) è stata estesa anche alla prima rata (art. 78);
  • la proroga al 31 dicembre 2020 dell'esonero, per gli esercizi di ristorazione e di somministrazionedi pasti e di bevande, dal pagamento della tassa o del canone dovuti per l'occupazione di spazi ed aree pubbliche (Tosap e Cosap). Nel corso dell'esame al Senato è stato esteso al 15 ottobre2020 l'esonero del pagamento delle somme dovute dai titolari di concessioni o di autorizzazioni relative all'utilizzo di suolo pubblico per l'esercizio di attività commerciali (art. 109);

Per il dettaglio delle misure rimandiamo al dossier dedicato a tutte le novità del decreto di agosto, ricco di approfondimenti e commenti: Decreto Agosto – Emergenza Coronavirus

Allegati: