Le Agevolazioni per le Ristrutturazioni Edilizie e il Risparmio Energetico

Detrazione IRPEF 36% – chiarimenti

Chiarimenti in merito alla detrazione irpef del 36%, ai fini del riconoscimento dell’agevolazione fiscale in esame, è stato chiesto se sia possibile sostituire la DIA con una autocertificazione del contribuente, in tutti quei casi in cui la normativa edilizia locale consideri determinati interventi non rientranti tra le opere sottoposte a DIA, (ossia alla dichiarazione di inizio attività).

Secondo l’Agenzia delle Entrate se la normativa locale non richiede particolari titoli abilitativi per la realizzazione dei lavori, non è necessario produrre nessuna certificazione.

In relazione all’eventualità di dover fornire, in sede di controllo, prove sulla natura degli interventi realizzati, nella fattispecie in esame, e nelle altre analoghe, il contribuente può redigere una dichiarazione sostitutiva dell’atto di notorietà, ai sensi dell’art. 47 del DPR n. 445 del 2000, la cui sottoscrizione può non essere autenticata se accompagnata da copia fotostatica del documento di identità del sottoscrittore.

Nella dichiarazione sostitutiva dell’atto di notorietà il contribuente potrà evidenziare la data di inizio dei lavori ed attestare la circostanza che gli interventi di ristrutturazione edilizia posti in essere rientrano tra quelli agevolati dalla normativa fiscale, pur se i medesimi non necessitano di alcun titolo abilitativo, ai sensi della normativa edilizia vigente (coincidente, nel caso di specie, con la legge regionale n. 1 del 28 febbraio 2004).

Allegati:

Nessun articolo correlato