Dichiarazione 730

730 precompilata 2021: le regole per accedere alla dichiarazione

Con Provvedimento del 7 maggio 2021 n. 113064, l'Agenzia delle Entrate ha definito le modalità per accedere alla propria Dichiarazione 730/2021 precompilata e altri dati oggetto dell’accesso, disponibile a partire da oggi 10 maggio 2021.

A partire dal 19 maggio, il contribuente, dopo aver effettuato l’accesso, potrà inviare telematicamente la dichiarazione accettata o modificata o integrata direttamente all’Agenzia delle entrate, la quale entro 5 giorni dalla presentazione della dichiarazione, fornisce una ricevuta identificata dallo stesso numero di protocollo telematico, rilasciato dall’Agenzia stessa, del file di presentazione contenente: 

  • la data di presentazione della dichiarazione;
  • il riepilogo dei principali dati contabili.

Il contribuente, utilizzando le funzionalità rese disponibili all’interno dell’area autenticata, può effettuare, in relazione alla propria dichiarazione 730 precompilata, le seguenti operazioni:

  • visualizzazione e stampa;
  • accettazione ovvero modifica, anche con integrazione, dei dati contenuti nella dichiarazione, e invio;
  • versamento delle somme eventualmente dovute mediante modello F24 già compilato con i dati relativi al pagamento da eseguire, con possibilità di addebito sul proprio conto corrente bancario o postale (per i contribuenti che presentano la dichiarazione in assenza di un sostituto d'imposta tenuto a effettuare il conguaglio);
  • indicazione delle coordinate del conto corrente bancario o postale sul quale accreditare l’eventuale rimborso (per i contribuenti che presentano la dichiarazione in assenza di un sostituto d'imposta tenuto a effettuare il conguaglio);
  • consultazione delle comunicazioni, delle ricevute e della dichiarazione presentata;
  • consultazione dell’elenco dei soggetti delegati ai quali è stata resa disponibile la dichiarazione 730 precompilata.

Modalità di accesso

La Dichiarazione precompilata viene messa a disposizione del contribuente, a partire dal 10 maggio, in un’apposita sezione del sito internet dell’Agenzia delle entrate https://infoprecompilata.agenziaentrate.gov.it/portale/accedi-precompilata

È possibile accedere al 730 precompilato utilizzando:

  • credenziali del Sistema Pubblico di Identità Digitale (SPID),
  • Carta d’identità elettronica (CIE),
  • Carta nazionale dei servizi (CNS),
  • le credenziali dispositive rilasciate dall’Inps,
  • e Pin Fisconline (N.B. quest’ultimo potrà essere utilizzato solo da chi ne è già in possesso e fino al 30 settembre 2021, infatti, dal 1° marzo 2021, in base alle disposizioni del Dl Semplificazioni n. 76/2020, le Entrate non rilasciano più ai cittadini nuove credenziali Fisconline).

Con le credenziali dell’Agenzia o con SPID si può scegliere di operare in qualità di “tutore”, di “genitore” o di “erede”, per presentare la dichiarazione di un tutelato, di un minore o di una persona deceduta.

Oneri detraibili e deducibili inseriti in dichiarazione dall'Agenzia

Ricordiamo che a partire dall’anno d’imposta 2020, l’Agenzia delle entrate inserisce nella dichiarazione 730 precompilata i dati dei seguenti oneri detraibili e deducibili, trasmessi da soggetti terzi:

  • quote di interessi passivi e relativi oneri accessori per mutui in corso;
  • premi di assicurazione sulla vita, causa morte e contro gli infortuni e premi per assicurazioni aventi per oggetto il rischio di eventi calamitosi;
  • contributi previdenziali e assistenziali;
  • contributi versati per gli addetti ai servizi domestici e all’assistenza personale o familiare, anche tramite lo strumento del Libretto Famiglia;
  • spese sanitarie e relativi rimborsi;
  • spese veterinarie;
  • spese universitarie e relativi rimborsi;
  • contributi versati alle forme di previdenza complementare;
  • spese funebri;
  • spese relative agli interventi di recupero del patrimonio edilizio e agli interventi finalizzati al risparmio energetico;
  • spese relative ad interventi di sistemazione a verde degli immobili;
  • erogazioni liberali nei confronti delle ONLUS, delle associazioni di promozione sociale, delle fondazioni e associazioni riconosciute aventi per scopo statutario la tutela, promozione e la valorizzazione dei beni di interesse artistico, storico e paesaggistico e delle fondazioni e associazioni riconosciute aventi per scopo statutario lo svolgimento o la promozione di attività di ricerca scientifica;
  • spese per la frequenza degli asili nido e relativi rimborsi;
  • spese per la frequenza scolastica e relativi rimborsi;
  • detrazioni spettanti a titolo di Bonus vacanze, di cui all’articolo 176 del decreto-legge 19 maggio 2020, n. 34.

L’Agenzia delle entrate, inoltre, utilizza ai fini della elaborazione della dichiarazione precompilata i dati relativi alle spese da ripartire su diverse annualità desumibili dalla dichiarazione presentata dal contribuente per l’anno precedente.

Date da ricordare

Le scadenze importanti da ricordare sono:

  • il 30 settembre 2021, ultimo giorno utile per trasmettere all'Agenzia delle Entrate il 730 precompilato.
  • il 30 novembre 2021, ultimo giorno utile per trasmettere all'Agenzia delle Entrate il modello Redditi Persone fisiche 2021.
Allegati: