FISCO

Spese veicoli disabili 2020: ecco come detrarle nelle dichiarazioni dei redditi

Nelle dichiarazioni dei redditi 2020, relative all'anno di imposta 2019, è possibile portare in detrazione il 19% delle spese sostenute per l’acquisto:
  • di motoveicoli e autoveicoli anche se prodotti in serie e adattati per le limitazioni delle capacità motorie delle persone con disabilità;
  • di autoveicoli, anche non adattati, per il trasporto dei non vedenti, sordi, soggetti con disabilità psichica o mentale di gravità tale da avere determinato il riconoscimento dell’indennità di accompagnamento, invalidi con grave limitazione della capacità di deambulazione e dei soggetti affetti da pluriamputazioni.

Detrazione spese veicoli disabili 2020

La detrazione :
  • spetta una sola volta in quattro anni, salvo i casi in cui il veicolo risulta cancellato dal pubblico registro automobilistico,
  • spetta nei limiti di spesa di euro 18.075,99 (*)
  • spetta per un solo veicolo (motoveicolo o autoveicolo) a condizione che lo stesso venga utilizzato in via esclusiva o prevalente a beneficio del persona con disabilità.
  • si può dividere in 4 rate dello stesso importo
(*) se il veicolo è stato rubato e non ritrovato, da euro 18.075,99, si sottrae l’eventuale rimborso dell’assicurazione.

 

A chi spetta la detrazione sui veicoli per disabili nella dichiarazioni dei redditi 2020?

La detrazione spetta alla persona con disabilità tuttavia può usufruirne (al suo posto) il familiare che ne sostiene la spesa, a condizione che il portatore di handicap sia a suo carico ai fini fiscali.
In tal caso, il documento comprovante la spesa può essere indifferentemente intestato al disabile o alla persona di famiglia della quale egli risulti a carico.
 

La detrazione delle spese di manutenzione dei veicoli per disabili nella dichiarazione 2020

La detrazione spetta anche per le spese di riparazione che non rientrano nell’ordinaria manutenzione, con esclusione, quindi, dei costi di esercizio (quali, ad esempio, il premio assicurativo, il carburante ed il lubrificante).
Per le spese di manutenzione straordinaria non è prevista la possibilità di dividere la detrazione in quattro rate e, pertanto, la rateazione non può essere chiesta nel rigo dove vengono indicate tali spese. Si precisa che le spese suddette devono essere sostenute entro quattro anni dall’acquisto e concorrono, insieme al costo di acquisto del veicolo, al raggiungimento del limite massimo consentito di euro 18.075,99.

La detrazione in caso di vendita del veicolo

In caso di trasferimento a titolo oneroso o gratuito del veicolo prima che siano trascorsi due anni dall’acquisto è dovuta la differenza tra:

  • l’imposta che sarebbe stata determinata in assenza dell’agevolazione
  • l'imposta risultante dall’applicazione dell’agevolazione.

Tale differenza non è dovuta se il trasferimento sia avvenuto in seguito ad un mutamento della disabilità che comporti per la persona con disabilità la necessità di acquistare un nuovo veicolo sul quale effettuare nuovi e diversi adattamenti.

Detrazione spese veicoli disabili dichiarazione redditi 2020

 
DETRAZIONE SPESE VEICOLI DISABILI DICHIARAZIONE DEI REDDITI 2020
spese sostenute per l’acquisto:
  • di motoveicoli e autoveicoli adattati per le limitazioni delle capacità motorie delle persone con disabilità;
  • di autoveicoli, anche non adattati, per il trasporto dei non vedenti, sordi, soggetti con disabilità psichica o mentale 
spetta una sola volta in quattro anni
spetta nei limiti di spesa di euro 18.075,99, comprese le spese di riparazione che non rientrano nell’ordinaria manutenzione
spetta per un solo veicolo

si può dividere in 4 rate dello stesso importo

spetta al contribuente o al familiare presso cui è fiscalmente in carico